Le acque del Mar Adriatico prossime ai 25°C, oltre 5 gradi superiori alla media

I dati di temperatura superficiale del mare rilevati da satellite confermano il trend osservato nelle ultime settimane, improntato ad un continuo riscaldamento delle acque. Secondo questi dati la temperatura ha ormai raggiunto i 25°C, un valore decisamente anomalo per l’inizio del mese di giugno. 

Come abbiamo già spiegato più volte i mari tendono a riscaldarsi molto più lentamente delle terre emerse, dando luogo ad una variazione diurna pressoché nulla. La variazione della temperatura segue, in prima approssimazione, un pronunciato ciclo stagionale. Tuttavia, in periodi di costante irraggiamento, una notevole quantità di calore può andare ad accumularsi nello strato superficiale a contatto con l’atmosfera. Una circostanza che si è verificata nelle ultime settimane nel mar Adriatico, e specialmente nella parte centrale dove le temperature rilevate sono aumentate fino a toccare i 25°C.

Temperatura media superficiale del mare in diversi bacini

Temperatura media superficiale del mare in diversi bacini

La grafica elaborata dal servizio meteorologico dell’aeronautica militare mostrata qui sopra evidenzia la differenza di temperatura presente tra il versante tirrenico e quello adriatico. 

Una differenza che, nonostante le temperature ancora relativamente “limitate”, risulta alquanto anomala per il periodo in atto, soprattutto considerando che ci troviamo appena all’inizio dell’estate meteorologica. In effetti, calcolando la differenza tra le temperature osservate e la media di riferimento del periodo, si ottiene uno scarto positivo, specialmente sul bacino Adriatico come mostrato dall’immagine sottostante.

Anomalia della temperatura superficiale dei mari relativa al 4 giugno

Anomalia della temperatura superficiale dei mari relativa al 4 giugno

Qui le anomalie superano i 4°C e localmente toccano i 5°C. Viceversa, sui restanti bacini, le anomalie sono più contenute, seppur comunque positive. In altre parole, le acque dei nostri mari, ed in particolare dell’Adriatico, risultano molto più calde del normale. Bisognerà aspettare un rinforzo dei venti o nuove piogge per eliminare questa anomalia in superficie.

Articolo di Guido Cioni del 04 Giugno 2018 alle ore 17:01

Altri articoli di approfondimento

Quanto inquinano gli smartphone?

Fine settimana anticiclonico: tanto sole, temperature in lieve aumento, ma attenzione!

Freddo in arrivo? No, solo tanta incertezza…

Ascension Island diventa la più grande area marina protetta dell’Oceano Atlantico

Febbraio 2019 più caldo della norma sull’Italia, specie al centro-nord, con precipitazioni scarse!

Economia circolare: i vantaggi sono anche economici

Non è il pianeta che bisogna salvare, ma gli uomini

Perturbazioni con piogge e nubi fino a metà settimana, poi più caldo e sole!

Mangiare meno carne aiuta il pianeta e la salute. Ecco perché

Perché le aree desertiche del pianeta si trovano a determinate latitudini?

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Venerdi 22 Marzo
Le più Calde
Località T°C
Grosseto 21°
Roma 21°
Terni 21°
Caserta 20°
Napoli 20°
Frosinone 20°
Latina 19°
Bolzano 19°
Lucca 19°
Benevento 19°
Le più Fredde
Località T°C
Enna 11°
Ancona 12°
Campobasso 13°
Ragusa 13°
Potenza 13°
Pescara 14°
Rimini 14°
Chieti 14°
L'aquila 14°
Fermo 14°
Domani Sabato 23 Marzo
Le più Calde
Località T°C
Terni 21°
Lucca 21°
Caserta 21°
Grosseto 20°
Bolzano 20°
Gorizia 20°
Trento 20°
Firenze 20°
Pistoia 20°
Pordenone 20°
Le più Fredde
Località T°C
Ancona 12°
Enna 13°
Ragusa 13°
Cagliari 14°
Potenza 14°
Campobasso 14°
Pescara 14°
Messina 14°
Trapani 14°
Crotone 14°