Gennaio 2018 all’insegna della mitezza su tutta l’Europa : anomalie positive molto rilevanti!

Gennaio 2018 si è contraddistinto per la notevole mitezza su tutta l’Europa. Scarti rispetto alla media mensile fino a circa +6 C°, pongono tale mese tra i gennaio più caldi di sempre. L’Italia chiude con uno scarto dalla norma di +2/+3°C mediamente. Precipitazioni oltre la norma su Europa Centrale e sulle Alpi, al di sotto della norma, invece, sul centro Italia e parte dell’Europa orientale.

Gennaio 2018 si è classificato tra i più miti di sempre sul comparto europeo. Merito o colpa di circolazioni contraddistinte da una corrente a getto zonale davvero molto forte che ha dato vita ad un mese molto dinamico con diverse perturbazioni atlantiche che si sono avvicendate un pò su tutti i settori europei, ovvia conseguenza della corrente a getto sempre molto tesa.

Riavvolgiamo il nastro del mese cominciando dalla fortissima avvezione di Scirocco avuta sull’Italia nella prima decade del mese, provocata da un’alta pressione delle Azzorre troppo occidentale in elevazione in Atlantico con conseguente sprofondamento sulla Penisola Iberica di una perturbazione colma anche di aria fredda artica-marittima, per poi passare alle tempeste di vento sul centro Europa e anche sull’Italia centro-meridionale di metà mese, provocate da una parziale redistribuzione più ad est, verso l’Europa centrale, di vorticità collegate al lobo del Vortice Polare Canadese sospinte da una fortissima corrente a getto zonale. Come dimenticare, inoltre, le ingenti nevicate  sulle Alpi, ovvia conseguenza delle innumerevoli perturbazioni atlantiche transitate, per poi finire con la fase anticiclonica di fine mese.

Davvero non è mancato nulla sull’Europa in questo gennaio, o meglio QUASI NULLA : il vero protagonista assente è stato, difatti, proprio il freddo e il gelo di natura continentale sospinto da correnti da nord-est, gelo e freddo che ha latitato persino sull’Europa nord-orientale e Russia. A tal proposito vediamo le seguenti cartine NOAA indicanti le anomalie di temperature medie mensili e anche il quantitativo di precipitazioni cadute sulle diverse zone europee e proviamo a commentarle :

Anomalie termiche del mese di Gennaio 2018 rispetto alla media. Fonte : NOAA

Anomalie termiche del mese di Gennaio 2018 rispetto alla media. Fonte : NOAA

Accumuli pluviometrici del mese di Gennaio 2018. Fonte : NOAA

Accumuli pluviometrici del mese di Gennaio 2018. Fonte : NOAA

Dalla cartina termica notiamo le anomalie termiche positive fino a +6°/+7°C  sull’Europa nord-orientale (Finlandia), Penisola Balcanica (Croazia e Bosnia) e anche su parte della Germania e della Francia. Per il resto abbiamo anomalie positive di +4/+5°C su buona parte dell’Europa Centrale e anche su parte del centro-nord Italia. Il resto della nostra Penisola figura anomalie positive comprese tra i +2°C e i +3°C, ad eccezione della Sicilia settentrionale pressochè in media. Per trovare altre zone in media termica o, localmente, leggermente al di sotto di essa bisogna andare sulle Isole Britanniche e sulla parte centrale e settentrionale della Norvegia e Svezia.

Per quanto riguarda le precipitazioni sono risultate abbondanti (tonalità azzurre e blu) su buona parte dell’Europa centrale, Paesi Scandinavi e Irlanda. Sull’Italia gennaio 2018 ha fatto registrare precipitazioni abbondanti sul nord-ovest e sulle Alpi, per il resto abbiamo avuto precipitazioni al di sotto della media soprattutto sul centro italia e su una parte del sud (tonalità marroni).

 

 

Articolo di Alberto Fucci del 09 Febbraio 2018 alle ore 11:29

Altri articoli di approfondimento

Aria fredda in arrivo da domenica sera : quali conseguenze apporterà?

Metà ottobre “estiva” nel nord Europa, oltre 25 gradi in Norvegia, caldo estremo al polo nord

Weekend in arrivo con tanto sole e caldo anomalo, poi pronti per una ventata d’autunno!

Analisi meteo medio-lungo termine : netto calo termico nell’ultima decade mensile?

Inizio settimana con instabilità a tratti: piogge e nuvole ok, ma le temperature sono alte!

Uragano Leslie pronto all’impatto: Portogallo e Spagna in allerta per le prossime ore!

Meteo Amarcord : l’ondata di freddo e neve di fine Ottobre 1997!

Torna la calma nel weekend: più sole, aria mite e stabilità, ma non durerà molto!

Situazione critica in Sardegna, localmente oltre 200 mm dalla mezzanotte

Giovedì forte maltempo al nord-ovest : nubifragi e accumuli pluviometrici localmente notevoli!

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Sabato 20 Ottobre
Le più Calde
Località T°C
Grosseto 27°
Caserta 26°
Terni 26°
Roma 26°
Napoli 25°
Pisa 25°
Lucca 25°
Frosinone 25°
Taranto 25°
Oristano 25°
Le più Fredde
Località T°C
L'aquila 19°
Campobasso 19°
Belluno 19°
Potenza 19°
Varese 20°
Cuneo 20°
Biella 20°
Ancona 20°
Enna 20°
Lecco 20°
Domani Domenica 21 Ottobre
Le più Calde
Località T°C
Grosseto 24°
Latina 24°
Oristano 24°
Sassari 24°
Napoli 24°
Roma 24°
Caserta 24°
Agrigento 24°
Foggia 23°
Salerno 23°
Le più Fredde
Località T°C
L'aquila 16°
Belluno 16°
Campobasso 16°
Potenza 17°
Fermo 18°
Varese 18°
Ancona 18°
Teramo 18°
Chieti 19°
Gorizia 19°