Sotto la lente : Domani maltempo al centro-sud, migliora al settentrione

Focus sul passaggio perturbato delle prossime ore che tenderà ad evolvere verso sud-est, portando una cessazione delle precipitazioni al nord, mentre le stesse sono attese dapprima al centro e poi al sud Italia.

La bassa pressione centrata sulla Spagna accompagnata da aria fredda dal nord Europa, che ha provocato e sta continuando a provocare l’attivazione di correnti meridionali molto miti dall’Africa Settentrionale sul centro-sud Italia, sta evolvendo molto gradualmente verso sud-est. Sulle Alpi sta continuando a nevicare, segnatamente sui settori orientali otre i 1300 mt con quantitativi di neve fresca davvero molto notevoli su tutto l’Arco Alpino occidentale, centrale ed orientale. Sono caduti, per esempio, accumuli anche superiori ai 2 mt su Piemonte, Valle d’Aosta. Anche le piogge e i rovesci, a quote inferiori sul nord Italia, sono risultati insistenti e localmente forti.

Configurazione barica, su scala emisferica, prevista per il 3 gennaio 2018  Fonte : GFS06Z del 08/01/2018 -Meteociel-

Configurazione barica, su scala emisferica, prevista per le prime ore di domani, 10 gennaio 2018
Fonte : GFS12Z del 09/01/2018 -Meteociel-

Nelle prossime ore, però, e soprattutto per la giornata di domani, mercoledì 10 gennaio, il nord Italia “tirerà il fiato”, nel senso che è atteso un miglioramento delle condizioni meteorologiche, con tendenza a cessazione delle precipitazioni. Tornerà quindi qualche ampia schiarita in un contesto di cielo andante tra il poco parzialmente nuvoloso, con temperature in calo, soprattutto in quota e che torneranno su valori nella media del periodo.

Mentre per il nord Italia è atteso un miglioramento delle condizioni meteorologiche per la giornata di domani, per il centro-sud varrà l’esatto opposto : dalla serata odierna, infatti, avremo un peggioramento delle condizioni meteorologiche con un fronte instabile  che andrà ad interessare dapprima le regioni centrali sia del versante tirrenico che adriatico con piogge, rovesci e nevicate sull’Appennino centrale a quote alte, oltre i 1600 mt. Ultime precipitazioni al nord e sulle Alpi, in via di esaurimento. Ecco l’ultima cartina modellistica aggiornata, relativa a GFS, Lam Italia con focus relativo alle precipitazioni attese nella serata odierna :

Precipitazioni previste per la serata odierna sulle regioni centrali. Ultimi strascichi instabili al nord e sulle Alpi. Fonte : GFS06Z LAM ITALIA

Precipitazioni previste per la serata odierna sulle regioni centrali di Marche centro-meridionali, Umbria, Abruzzo occidentale, Lazio. Ultimi strascichi instabili al nord e sulle Alpi.  Fonte : GFS06Z LAM ITALIA

Dalla ore notturne e  per la prima parte della mattinata di domani, mercoledì 10 gennaio, le piogge e i rovesci, localmente anche moderati-forti, tenderanno ulteriormente a scendere di latitudine finendo per interessare regioni come il Molise, la Campania, l’Abruzzo, il basso Lazio, il nord Puglia. Nevicate a quote molto elevate in Appennino, solo a partire dai 1800-1900 mt. Nel frattempo un miglioramento, in tale arco temporale, si registrerà su parte delle regioni centrali precedentemente interessate dal maltempo nella serata odierna :

Precipitazioni previste per le ore notturne su domani. Ultimissime nevicate sparse sulle Alpi. Piogge e rovesci proseguno verso nord-est interessando Lazio meridionale, Campania, Molise, Abruzzo, nord Puglia. Fonte : GFS06Z LAM ITALIA

Precipitazioni previste per le ore notturne/primissime ore mattutine di domani, mercoledì 10 gennaio. Ultimissime nevicate sparse sulle Alpi. Piogge e rovesci proseguono verso sud-est interessando Lazio meridionale, Campania, Molise, Abruzzo, nord Puglia.  Fonte : GFS06Z LAM ITALIA

Nel corso del pomeriggio di domani, mercoledì 10 gennaio, il fronte instabile continuerà a marciare verso sud-est, provocando un miglioramento delle condizioni meteorologiche sul centro e parte del sud, mentre il tempo tenderà a peggiorare sulle regioni dell’estremo sud, ovvero della Puglia centrale e meridionale, Basilicata, Calabria, Sicilia con piogge e rovesci, localmente anche di intensità moderata-forte. Qualche nevicata sulle cime appenniniche oltre i 1700 mt.

Precipitazioni previste per le ore pomeridiane di domani. Piogge e rovesci sulle estreme regioni meridionali. Migliora al centro e parte del sud Italia. Fonte : GFS06Z LAM ITALIA

Precipitazioni previste per le ore pomeridiane di domani. Piogge e rovesci sulle estreme regioni meridionali. Migliora al centro e parte del sud Italia.  Fonte : GFS06Z LAM ITALIA

Dalla tarda serata di domani è atteso un miglioramento anche al sud Italia ad eccezione della Puglia meridionale dove continuerà a registrarsi qualche rovescio sul Salento.

Precipitazioni previste per la tarda serata di domani. Generale miglioramento ad eccezione delle ultime piogge e rovesci sulla Puglia meridionale e Calabria tirrenica Fonte : GFS06Z LAM ITALIA

Precipitazioni previste per la tarda serata di domani. Generale miglioramento ad eccezione delle ultime piogge e rovesci sulla Puglia meridionale e Calabria tirrenica. Fonte : GFS06Z LAM ITALIA

Per la giornata di giovedì, infine, è attesa ancora dell’instabilità sparsa sul centro e il sud Italia con qualche pioggia e rovescio. Le temperature sono previste in calo anche al centro-sud, più sensibile dalla serata di domani, difatti per giovedì è atteso il ritorno di qualche nevicata sull’Appennino centrale e parte di quello meridionale a quote un pò più basse, ovvero dai 1400-1500 mt di altitudine. A tali quote, difatti, è previsto il ritorno di isoterme dell’ordine di 0/+2°C, isoterme che risulteranno nuovamente essere in linea con il periodo. Ecco le relative cartine modellistiche termiche e precipitative riferite alla giornata di giovedì 11 gennaio 2018 :

Distribuzione termica a 1400 mt circa di giovedì 11 gennaio 2018.

Distribuzione termica a 1400 mt circa di giovedì 11 gennaio 2018.  Fonte : GFS06Z LAM ITALIA -Meteociel-

Precipitazioni previste per il pomeriggio di giovedì 11 gennaio 2018. Fonte : GFS06Z LAM ITALIA

Precipitazioni previste per il pomeriggio di giovedì 11 gennaio 2018.  Fonte : GFS06Z LAM ITALIA

Articolo di Alberto Fucci del 09 Gennaio 2018 alle ore 17:19

Altri articoli di approfondimento

La tempesta Friederike porta raffiche fino a 200 km/h: tanti i danni in Olanda e Germania

Vento impetuoso nelle prossime ore su gran parte dell’Italia : i dettagli!

Gelo in Siberia, termometri giù fino a -62°C [IMMAGINI]

Gennaio inizia con poca neve su tutto il continente euro-asiatico

Inizio Settimana Variabile e Ventoso: Ipotesi ondata fredda e invernale Weekend!

Medio-Lungo Termine : più freddo con qualche nevicata a bassa quota ad inizio terza decade?

Continua l’avventura con dott. Sandro Carniel, oceanografo che ci parla di marea e del suo ultimo libro “oceani. Il futuro scritto nell’acqua”

Glossario meteorologico: la saccatura

Alla scoperta della Marea, attraversando le Hawaii e la villa di Magnum P.I, con il ricercatore Sandro Carniel

Temporali “estivi” in inverno, oltre 40.000 fulmini negli ultimi 2 giorni,

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Giovedi 18 Gennaio
Le più Calde
Località T°C
Terni 10°
Prato 10°
Arezzo 10°
Pistoia 10°
Bergamo 10°
Enna
Cosenza
Lecco
Perugia
Vercelli
Le più Fredde
Località T°C
Macerata 10°
Milano 10°
Treviso 10°
Lucca 10°
Matera 10°
Pavia 10°
Frosinone 10°
Trieste 10°
Brescia 11°
Nuoro 11°
Domani Venerdi 19 Gennaio
Le più Calde
Località T°C
Gorizia 10°
Enna 10°
Campobasso
Varese
Rieti
Trento
Potenza
Biella
L'aquila
Belluno
Le più Fredde
Località T°C
Isernia 10°
Udine 10°
Lecco 10°
Como 11°
Cosenza 11°
Vibo Valentia 11°
Avellino 11°
Pordenone 11°
Treviso 11°
Bergamo 11°