Pro e contro dell’adozione delle “Green Technologies”.

newreportoutIl report dell’UNEP fa luce sugli impatti che avrebbero queste tecnologie sull’ambiente.

Il Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente UNEP, lo scorso 12 Maggio ha pubblicato un report sui benefici che le “Low-carbon technologies”, ovvero le tecnologie verdi avrebbero qualora messe in atto. In questo report, intitolato Green Technology Choices: The Environmental and Resource Implications of Low Carbon Technologies, rilasciato al Vienne Energy Forum, l’UNEP esamina l’efficienza di otto tecnologie pulite e 36 sotto-tecnologie, mostrando  non solo i chiari benefici per l’ambiente, derivanti dall’utilizzo di queste tecnologie, ma tiene anche in considerazione gli impatti che avrebbe la loro applicazione sulla richiesta di altre risorse, come ad esempio l’utilizzo di specifici metalli. 

green-energy-jI benefici non sono pochi e infatti l’applicazione di queste tecnologie a bassa produzione di carbonio, non solo contribuirebbe a pulire l’aria che respiriamo, combattendo l’inquinamento ma ci aiuterebbe anche a risparmiare l’utilizzo di acqua e suolo. Vantaggi dunque sia per l’ambiente, sia per la salute umana.

Inoltre ci aiuterebbero a combattere il global warming, riducendo nettamente le emissioni di gas serra, rendendo più realistico il mantenimento dell’anomalia media globale delle temperature al di sotto di 2°C entro il 2050, come definito negli accordi della Conferenza sul Clima di Parigi.

L’applicazione di ben otto tecnologie pulite, contribuirebbe ad evitare l’emissione di 25 bilioni di tonnellate di gas serra e di 17 milioni di tonnellate di particolato nocivo alla salute umana. Agli aspetti pro però se ne somma uno contro, ovvero l’aumento della domanda di risorse minerali necessarie per mettere in atto a queste tecnologie. 

cleantechLe stime riportate dal report evidenziano una diminuzione della pressione su terra ed acqua notevole, con un quantitativo di più di 200 bilioni di metri cubi di acqua risparmiata all’anno e circa 150 mila Km^2 di terra non occupata entro il 2050.Tuttavia queste forme di energia, aumentano la pressione sulle risorse minerarie, richiedendone un quantitativo superiore a 600 milioni di tonnellate entro il 2050.

Questo report ha riscosso molto interesse poiché solo avendo una chiara e completa idea di quali sono gli impatti creati dall’adozione di queste tecnologie, i governi possono mettere in atto politiche per massimizzare i benefici ambientali.

Articolo di Giusy Fedele del 16 Maggio 2017 alle ore 22:23

Altri articoli di approfondimento

Rinfrescata in arrivo, ma il resto del mese sarà più caldo del normale

Luglio chiude ben oltre la media, e l’inizio di Agosto non è da meno…

Quando le nuvole toccano i 70 sotto zero (son problemi)

Scienza o politica? Climatologi vs Trump

Temperature giù a partire da giovedì, più tardi anche per il sud. Tutti i dettagli

Temporali anche intensi nel tardo pomeriggio-serata di domenica

Mediterraneo “bollente”, temperature superficiali oltre i 30°C anche sulle nostre coste

A quando la fine del caldo “africano”? Ultimi aggiornamenti poco incoraggianti

Nottate “tropicali”, soprattutto nei centri urbani

Riscaldamento globale, a cambiare non sono solo le temperature medie

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Sabato 19 Agosto
Le più Calde
Località T°C
Foggia 38°
Matera 35°
Lecce 34°
Macerata 34°
Bologna 34°
Alessandria 34°
Terni 34°
Nuoro 34°
Ravenna 33°
Modena 33°
Le più Fredde
Località T°C
Aosta 24°
Belluno 25°
Savona 25°
Genova 26°
Sondrio 26°
Livorno 26°
Messina 27°
La Spezia 27°
Ancona 27°
Bolzano 27°
Domani Domenica 20 Agosto
Le più Calde
Località T°C
Matera 35°
Foggia 35°
Grosseto 34°
Palermo 33°
Agrigento 33°
Ragusa 33°
Bari 32°
Lecce 32°
Siracusa 32°
Roma 32°
Le più Fredde
Località T°C
Belluno 23°
Aosta 24°
Sondrio 24°
Cuneo 24°
Biella 24°
Lecco 25°
Varese 25°
Rimini 25°
Bolzano 25°
Bergamo 25°